Canale Europa TV
Benvenuti su Canale Europa

Hotel Sollievo di Abano Montegrotto Terme: le sue caratteristiche

  • de en fr it
  • visualizzato 237.454 volte
  • Condividi

Cure termali : Hotel Sollievo Terme di Montergrotto

Vacanza termale, terme e relax, curarsi con le terme.

L'Hotel Terme Sollievo, per una vacanza rilassante e rigenerante all’insegna del benessere e della vitalità, nel cuore del Veneto. Comfort, tranquillità e misurata eleganza rappresentano il comune denominatore degli ambienti dell'Hotel. Wellness Il nuovo Centro Termale Wellness "Levatio Callidus" vi accoglierà nel suo mondo di benessere e relax! La Sauna finlandese, il "Laconicum" per espellere tossine, la "doccia a nebbia fredda" con cromoterapia, il "Calidarium" per l’idratazione e la regolarizzazine del Ph. L’"Aromarium": che con le sue essenze profumate favorisce il miglioramento dell’ attività respiratoria, la "doccia o pioggia tropicale" dalle proprietà rilassanti grazie alla combinazione dell’acqua e della cromo-aroma terapia. "Bagno di vapore al miele": un innovativo trattamento estetico che, sfruttando i benefici effetti del "miele" e del bagno turco, rende setosa la pelle donandole ritrovata luminosità. "Sauna marina": è la combinazione tra sauna finlandese, sale marino e sauna secca per disintossicare e disinfettare l’epidermide. Ed infine il "Tepidarium": questa particolare zona relax in stile "Zen" è l’ideale completamento al vostro personalizzato percorso benessere. Cure termali Le cure termali sono il frutto del culto del benessere e della bellezza propria degli antichi romani. Fanghi termali dalle proprietà benefiche, idromassaggi, bagni termali, inalazioni ed aerosol, sono i rimedi per la cura e la prevenzione di patologie reumatiche. Dall’oriente, gli effetti antistress della "Riflessologia Plantare", dello "Shiatsu" e del "Watsu", dall’ India le proprietà rilassanti .dell’ "Ayurvedic Kerala", Ed inoltre, idromassaggio in vasca "Kura" per riattivare la microcircolazione, "Shirodara" per ritrovare l’eliquilibrio psicofisico oppure, lo "Swedana" per purificare e disintossicare il corpo. Particolarmente apprezzati sono i trattamenti fisioterapici che rendono possibile il recupero delle funzioni in individui colpiti da eventi traumatici o da patologie invalidanti a livello neuromotorio. La Medicina Estetica nel trattamento cutaneo del viso La cute, come tutti gli altri tessuti, per effetto della senescenza subisce alterazioni strutturali in parte geneticamente determinate e in parte conseguenza dei fattori ambientali e dello stile di vita. La progressiva disorganizzazione delle strutture portanti della cute ne provoca il cedimento con formazione di pieghe, solchi e rughe. Le conseguenze a carico del viso sono: l’aumento dello spazio tra naso e labbro superiore, la riduzione di volume delle labbra, l’approfondimento dei solchi naso-genieni e delle rughe periorbitali, frontali e glabellari.La medicina estetica consente oggi interventi di "rimodellamento del volto", che consentono nei limiti del possibile di prevenire e di ridurre gli effetti del cedimento cutaneo e di reintegrare il volume dove è ridotto, per mezzo della biostimolazione cutanea, dei peeling superficiali medi e profondi, dell’impianto dei fillers. La Biostimolazione cutanea La biostimolazione consiste nell’iniettare nel derma della cute del viso sostanze farmacologiche idonee a contrastare l’invecchiamento cutaneo, migliorando la compattezza, il turgore e l’elasticità della pelle. La seduta di biostimolazione comprende delle microiniezioni in serie in corrispondenza di punti specifici del volto. E’ eseguita con aghi sottili e indolori. Peeling Il peeling dermatologico consiste nella rimozione degli strati superficiali della cute mediante l’applicazione di sostanze acide (acido glicolico, piruvico, tricloroacetico, ecc.) allo scopo di consentire la rigenerazione di una cute più elastica, idratata e compatta. Fillers I fillers sono sostanze biocompatibili e biodegradabili che vengono impiegati per riempire solchi e rughe e per aumentare il volume delle labbra e ridefinirne i contorni.Il filler più sicuro e più usato è l’acido jaluronico, sostanza fisiologicamente presente nel connettivo della pelle, che viene iniettato in sede intradermica con apposite siringhe indolori.