Benvenuti su Canale Europa

Tania Von Armine Oggero…..La Nostra Africa

  • it
  • visualizzato 70.259 volte
  • Condividi

Un meraviglioso omaggio da parte della nostra amica Tania Von Armine Oggero…..La Nostra Africa per tutti Voi.

 

Explorers in dance . ( Una tersicorea balla in varie locations in Kenya, Tra cui Marafa,coi suoi famosi kenyons, Gede-primo villaggio Prima Normanno e poi arabo, in Kenya,Safari -Tsavo est - Mailindi- Karen Blixen e White Elephant, del famoso artista internazionale Armando Tanzini,Pittore, scultore, architetto, che espone in tutto il mondo, anche al Moma di New York, ad esempio, le sue pitture sculture ed opere artistiche varie.- Watamu- Aquarius Resort e Mapango, che ci hanno ospitati, ed altri luoghi selvaggi.

La sua danza , sul genere di alcune performances teatrali di genere molto parigino, si integra e si fonde perfettamente con la Natura, la flora , la fauna, le persone, compresi i Masai ed anche i balli tribali africani,  che fanno da cornice a queste particolari danze, consentendo alla ballerina di divenire una parte della natura stessa, divenendo a sua volta un albero, come metafora dell'intero mondo atavico e naturalistico kenyota, nei suoi vari aspetti, divenendone parte integrante.

Si tratta anche di un omaggio al Kenya, meta turistica ancora considerata sicura, che forse è stata anche un po' dimenticata, per altri luoghi, considerati ormai a grande rischio,anche per una politica speculativa dei grandi interessi forse anche un po' politici).

Prodotto e interpretato da: Tania von Armine Oggero
Regia : Francesco Malavenda
Cameraman di terra e d.o.p: Stefano Rizzi
Camera drone: Luciano Morigi
Montaggio e video editing: Andrea Raviola
Musiche: Lebrela studiare danza all’età di nove anni presso il Teatro Nuovo di Torino diretto da Loredana Furno. Nel 1984 vince una borsa di studio di un mese presso L’Académie de Dance Princesse Grace di Montecarlo diretta da Marika Besobrasova e presso Vignale Monferrato dove studia con Alex Ursuliak e Ramona De Saa.

SPONSORED BY NIKON

 

Dal 1985 al 1988 studia presso la scuola del Teatro alla Scala di Milano dove partecipa a varie rappresentazioni (“Schiaccianoci” con Rudolph Nureyev , “Le Nozze di Figaro”, “Nabucco”, “Fetonte” di Luca Ronconi etc.). Nel 1987 partecipa ad uno stage presso il Teatro Statale di Minsk. Nel luglio del 1988 segue uno stage in Germania in Koln dove studia con R.Paul Haze del Alvin Ailey Dance Teater ( N Y).

Nel 1988 è invitata a perfezionarsi alla School of American Ballet di N. Y. anche se poi sceglierà di studiare varie discipline all’Académie de Dance Princesse Grace di Montecarlo : Danza Classica, Moderna, Danza di Carattere e Flamenco; inoltre studia Storia della Musica, Storia della Danza, Inglese , Francese e Spagnolo.

Nel 1989 partecipa e vince il Primo Premio al Concorso Internazionale di Catania; in giuria Alberto Testa, Michel Renault, Maria De Avila, Denis Carex.
Nel 1990 partecipa per un periodo alla classe della Compagnia di Maurice Bèjart a Losanna. Alla fine del 1990 segue il corso di perfezionamento di danza contemporanea ( Merce Cunningham, Martha Graham, Carolyn Carson) dell’Ater Balletto a Reggio Emilia.Vince poi una borsa di studio di sei mesi presso la Scuola di danza di Camaguey (Cuba). Successivamente entra a far parte come prima ballerina della Compagnia Elleboro a Reggio Emilia diretta da Federica Parretti con la quale partecipa al concorso coreografico internazionale Prix Volinine di Parigi dove vince il Primo Premio di interpretazione con “Le Serve” di Jean Genet.

Con la Compagnia Elleboro danza in tournè in Germania: “Giocare a Mozart”, lavoro coreografico di Guy Poggioli, ballerino diplomatosi all’Operà di Parigi e per quattro anni interprete di rilievo nel Ballet du XX Siècle di Maurice Bèjart. “Celda” , creato e coreografato per Amnesty International da Carlos Iturrioz, ballerino al Culberg Ballet di Stoccolma e al Frankfurt Ballet diretto da W.Forsythe . “Snogsmoking” creato e coreografato da Carlos Iturrioz, in origine per il Frankfurt Ballet.

Dal 1992 al 1994 prende parte come prima ballerina a vari programmi televisivi R.A.I. con le coreografie di Franco Miseria e Gino Landi.
Nella stagione teatrale 94-95 lavora come prima ballerina nella Pièce teatrale “Così è se vi pare” di Luigi Pirandello, regia di Mauro Bolognini con Alida Valli e Sebastiano Lo Monaco, prodotto dall’Ente Teatro di Messina. Nel 1995 a seguito di una grave frattura cervicale, la sua carriera si indirizza verso la danza – teatro.

Nel 1996 diventa madre di Irene.
Nel 1997 lavora con Giorgio Albertazzi accompagnando la sua recitazione con improvvisazioni.
Nel 1998 danza come prima ballerina nello spettacolo del regista Giancarlo Nanni “Alberto Moravia” interpretando la malattia e la morte del Moravia. Sempre nel 1998 danza a Palazzo delle Esposizioni a Roma “ Eva su Eva”, balletto firmato e dedicatole da Mauro Bolognini.
Negli anni successivi lavora con la coreografa italo-brasiliana Gloria Pomardi e in proprio come ospite in varie pièce teatrali.
Nell’anno 2004 le viene attribuito il Premio Club Lirico “Amici di Renato Bruson” presso il Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi di Torino con la seguente motivazione: “Etoile completa, eclettica ed estrosa, dal forte temperamento ed innata classe che la indirizzano alla danza classica, contemporanea, di carattere flamenco, fino alla danza – teatro per interpretazioni ricche di fascino ed espressività”.

Danza come ospite al Piccolo Regio di Torino alla manifestazione benefica promossa dall’Associazione Piemontese contro l’epilessia (APICE , presieduta dal Signor Cesare Bevilacqua) accompagnata al piano da Lidia Bevilacqua .

Con l’eclettico duo artistico ConiglioViola realizza nel Marzo 2005 il video – clip del remake del brano” E non finisce mica il cielo” da Mia Martini reso celebre, inserito nell’ultimo lavoro discografico del duo; a Palazzo Bricherasio di Torino durante la mostra dedicata a Delvaux, viene presentato un nuovo video-clip “Prospettiva Nievsky” dal testo di Franco Battiato, interamente incentrato su una sua performance di teatro – danza.

Nel corso del 2006, all’apertura dei Giochi Olimpici Invernali a Sestriere, danza su musiche live del gruppo genovese “New Quartet”.
Nell’ambito della rassegna “Ars Captiva” (corsi di liberazione creativa) inscena a “Le Nuove”, ex carceri di Torino, nel Novembre del 2007, una performance improvvisata su musica live (arpa) di Michela Marcacci. Presentazione di Stefania Vola:

“La tersicorea, mi dicono, un giorno si è rotta.
È uscita di scena, a quanto pare.
Forse per questo sa accendere la scena in ogni momento. Ho la sensazione che sia diventata lei un’inevitabile punto di rottura; con un’insopprimibile inclinazione a trapassare senza pudore le sembianze intorno a sé, infrangendole sul corpo e nel corpo ricomporle con ironia, in un ventaglio di gesti crudi e teneri che restituiscono al dolore e al riso il volto nascosto. Tania Oggero non ha mai smesso di danzare.
Per questo credo che, tornando in scena, porterebbe con sé l’anima del mondo”.
Sempre con il duo artistico “ConiglioViola” nel 2009 danza in un video-clip per Antonella Ruggiero.

Negli anni successivi è impegnata come ospite performer di danza-teatro d'improvvisazione, invitata in numerosi eventi e vernissages in gallerie d’Arte contemporanea e di fotografia in alcune delle più importanti città europee. Realizza spesso interventi di street-art , i più recenti a Tokyo, Kyoto, Kanazawa (Japan). Recentemente in Torino presso la Lavanderia a Vapore, la Ex-manifattura Tabacchi, in occasione della chiusura di Paratissima e presso il Golden Palace.

 

" SPONSORED BY NIKON